Chi è stato più impreparato, la polizia di Washington oppure Facebook?

Quanto successo ieri a Washington era prevedibile. Diversi analisti, oggi, partono da questo assunto per commentare i fatti del Campidoglio e per porre alcuni interrogativi. Perché la polizia non ha messo in piedi misure adeguate? Perché Facebook e Twitter non hanno impedito che circolasse materiale che chiamava all’insurrezione? Alla domanda sulla polizia non so rispondere. Proviamo […]

Femminile tecnologico

Da qualche giorno mi interrogo sullo scrivere, in questo canale, qualcosa che non abbia a che fare con il potere digitale, con la smisurata fame di crescita delle techno-corporation, con la brama di dominio che le permea. Mi sono a lungo domandato se non sia un mio pregiudizio ma non credo sia così. La brama […]

«Se il governo ha intenzione di usare la forza, è bene che gli americani lo sappiano da Facebook»

Come volevasi dimostrare (per adesso, almeno).  Mark Zuckerberg ha deciso che i post di Trump non meritano alcuna censura da parte del social network. In particolare quello in cui il presidente – citando il sindaco razzista di Miami, Walter Headley – si diceva pronto all’uso della forza: «quando iniziano i saccheggi si inizia anche a […]

Il MES e il MEME perfetto

Fa sorridere – eufemismo – assistere al dibattito che in Italia ha preso corpo in questi giorni intorno al MES (il Meccanismo europeo di stabilità), ascoltare toni rabbiosi e seguirne la iper semplificazione, e dovremmo aggiungere anche la iper mistificazione. Il merito della questione, un merito tecnico complicato ma non impossibile da capire, è svanito […]

Sempre più meta-nazione digitale

Facebook ha istituito un Consiglio di sorveglianza indipendente che giudicherà, in appello, le decisioni dell’azienda quando questa valuta, sospende o cancella i contenuti degli utenti; e nel caso in cui il social network non agisca per tutelare i diritti degli utenti lesi dai contenuti di qualcun altro. Sollecitato in modi differenti, in buona sostanza, questo […]

Perché non si può chiedere alle persone di non rispondere a Salvini su Twitter

Qualche giorno fa Filippo Sensi, ex portavoce dei due ultimi presidenti del Consiglio di centrosinistra, Renzi e Gentiloni, oggi deputato del PD, ha scritto un tweet in cui invitava i suoi seguaci ad alcune regole di comportamento nell’ingaggio digitale con gli avversari. Ha scritto Filippo Sensi: Uno: non seguirli. Due: non ritwittarli. Tre: non chiamarli coi […]

La Wall Street delle sneakers 

Se non siete adolescenti, se non avete figli adolescenti, non avrete mai sentito parlare delle Air Jordan 1 Retro High e del loro essere una specie di feticcio per una generazione intera, a livello globale. Desiderate come molte altre sneakers costosissime e che GQ definisce – con un aggettivo pigro e fastidioso – iconiche. Non […]

Tecno-camaleonti

Sta facendo molto rumore quel che accade attorno agli account social network di Trump e non solo.  Alcune notizie: Amazon ha rimosso Parler dal suo cloud. Gli ha praticamente tolto lo spazio per archiviare i dati, spegnendo di fatto il social network. Forse l’azione più dura, spietata, messa in campo in questi giorni. Apple e Google […]

A che serve un sindacato dentro Google?

La notizia: 400 dipendenti di Alphabet, la casa madre di Google, si è iscritta un sindacato. Anzi hanno creato una sezione aziendale del sindacato dei lavoratori della comunicazione d’America. Più che una piattaforma di rivendicazione, sul proprio sito, il sindacato espone una piattaforma politica che va oltre il perimetro di Google: «il nostro sindacato si […]

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto